Air Italy, alla Regione Sardegna incontro positivo tra i lavoratori, la presidenza del Consiglio regionale e i capigruppo

Cagliari -

Nel ringraziare tutte le forze politiche, gli interlocutori e le persone che si sono adoperate per organizzare l’incontro di mercoledì 20 gennaio, durato circa un’ora e trenta minuti, elenchiamo brevemente gli argomenti trattati sulla delicata questione dei 1500 lavoratori Air Italy. Riteniamo assolutamente positivo il confronto, pur mantenendo una certa cautela considerando anche l’evoluzione della crisi sanitaria Covid-19.

In apertura gli esponenti politici hanno sottolineato ed evidenziato l’assenza delle sigle sindacali confederali ed esortato a lavorare unitariamente tra tutte le rappresentanze; si è fatto presente che è stata una loro scelta non partecipare. Le attenzioni sono state convogliate, dalle rappresentanze presenti, primariamente su prospettive industriali, sul mantenimento delle certificazioni e sul sostegno al reddito. Argomenti che è necessario inserire subito nell’agenda dei lavori politici e sindacali su scala sia locale che nazionale.

Mantenimento licenze/certificazioni.

Alcuni aspetti importanti sul mantenimento delle licenze del personale certificato sono stati già affrontati negli incontri specifici con la Regione Sardegna. Ci attendiamo quanto prima che altrettanto venga affrontato dalla Regione Lombardia per le unità mancanti.

Progetto/prospettiva industriale ITA o altro.

Rinnovate le istanze già significate anche a livello nazionale. Registriamo una fattiva unità di intenti trasversale (maggioranza ed opposizione) del consiglio nella direzione da noi auspicata, soprattutto circa una visione complessiva di tutela di tutti i lavoratori del trasporto aereo nazionale con pari dignità e possibilità.

Sostegno al reddito.

Esternati i concetti alla base della necessità, governata principalmente dalla situazione pandemica mondiale, di configurare ed impostare i lavori per prolungare i mesi di CIGS/ FSTA per tutti i lavoratori coinvolti, in scadenza attualmente a giugno 2021.

Anche questo impegno è stato accolto dalla giunta che è già al lavoro, in concerto con il MISE in una sinergica azione regionale/nazionale. In questo senso l’assessora al Lavoro Zedda, ha già in programma di sentire l’azienda e verificarne la disponibilità, atteso che il mantenimento delle licenze nella prospettiva di una ricollocazione è strettamente legato all’esistenza del COA (Certificato di Operatore Aereo).

 

RRSSAA - Air Italy
AP - COBAS - USB - ANPAV

 

Cagliari 20-1-2021

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati