Air Italy, la giornata di mobilitazione a Roma riapre il confronto

Nazionale -

Nella giornata di martedì 4 agosto si sono svolte a Roma due importanti iniziative inerenti la vertenza Air Italy: la prima si è tenuta alle 10.00 in piazza Barberini e ha visto le sigle dei lavoratori della compagnia manifestare nella stessa piazza durante la riunione fissata dalla senatrice Nunzia Catalfo, ministro del Lavoro.

Abbiamo ricevuto conferma dell'impegno profuso dal Ministero del Lavoro per la disponibilità all'accesso alla cassa integrazione dopo la riscrittura della norma che verrà pubblicata nel prossimo decreto, fermo restando che la concessione di tale ammortizzatore dovrà passare da accordo sindacale.

Nella stessa sede è stato confermato che al momento non è prevista la proroga del blocco dei licenziamenti per le aziende che hanno cessato l'attività, come la stessa Air Italy.

È stato altresì ribadito che all'incontro che sarà riconvocato nei primi giorni di settembre verranno coinvolti, oltre i commissari liquidatori, anche i ministeri dei Trasporti e dello Sviluppo Economico, assieme alle Regioni Sardegna e Lombardia.

La seconda iniziativa si è svolta nel pomeriggio dello stesso giorno con un presidio indetto da AP, COBAS e USB di fronte al Ministero dei Trasporti, proprio con l'obiettivo di evitare che questa vertenza si concentri solo sulla questione del reddito perdendo di vista gli obiettivi industriali e di lavoro.

Durante la manifestazione, la ministra Paola De Micheli ha incontrato i delegati delle tre sigle sindacali ed ha dichiarato di essere consapevole dell'esiguità del periodo di ammortizzatori sociali previsti per i lavoratori Air Italy rispetto alla complessità e ai tempi della costituzione della newco nelle more dell'auspicata ripresa post-Covid del mercato, confermando il proprio impegno, inquadrato nel contesto interministeriale, a ricercare soluzioni industriali e lavorative per il futuro delle categorie coinvolte.

AP, COBAS e USB vigileranno e saranno parte attiva di questo percorso che sarà lungo e che ha come condizione imprescindibile la ricollocazione dei lavoratori.

 

I lavoratori Air Italy chiedono lavoro e regole chiare e condivise

 

RRSSAA
AP - COBAS - USB

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni